This Week in Doctor WhoThis Week in Doctor Who

RAI4

Channel OverviewRAI4

Last updated 16 December 2018
Web LinkTwitterFacebookRAI4 is a television channel based in Italy, with schedules listed for the time-zone CET (+0100). Programmes are usually broadcast in Italian, and usually have adverts during broadcast.


Programme TypeEpisodes ShownBroadcast Range
Doctor Who16126th June 2013 - 19th December 2018
Torchwood1273rd July 2013 - 26th January 2014
Factual122nd June 2013 - 2nd January 2016
Doctor Who (Miscellaneous)725th December 2014 - 25th December 2017
Related Items120th January 2014

Notes


List:
01 Jul 2013Doctor Who introduction
01 Jul 2013Torchwood introduction

Details about Doctor Who from RAI4

Titolo originale: Doctor Who
Produzione: Gb
Canale: BBC
Stagioni: 7 (2005-in corso)
Ideatore: Sydney Newman, C. E. Webber, Donald Wilson
Cast: Christopher Eccleston, David Tennant, Matt Smith, Billie Piper, Freema Agyeman, Catherine Tate, Karen Gillan, Bruno Langley, Noel Clarke, John Barrowman

Prodotta da BBC a partire dal 2005, Doctor Who è il popolarissimo reboot contemporaneo di un grande classico dall’emittente britannica: iscritta nel Guinness dei primati come la “serie fantascientifica più longeva della storia della tv”, Doctor Who si riallaccia infatti all’arco narrativo della precedente, omonima produzione, trasmessa nel Regno Unito – per ben ventisei stagioni – dal 1963 al 1989.

Al centro della vicenda c’è l’enigmatico “Dottore”, un extraterrestre dall’aspetto umano, originario del remoto pianeta Gallifrey. Appartenente alla nobile schiera dei “Signori del Tempo”, il Dottore viaggia da un’epoca all’altra a bordo del TARDIS (suggestivo acronimo di “Time And Relative Dimension In Space”, ovvero “tempo e relativa dimensione nello spazio”), un’astronave mimetizzata in forma di cabina telefonica.

Tipicamente britannica nel classico spirito avventuroso e nella colorita estetica pop, Doctor Who si avvia a girare la boa del mezzo secolo ringiovanita da nuovi protagonisti e dai sistemi produttivi dell’era digitale. Dopo due pellicole cinematografiche negli anni sessanta e un tv movie nel 1996, l’universo del Dottore – simpaticamente battezzato dai fan Whoniverse – si è recentemente arricchito di due serie spin-off, entrambe trasmesse da BBC: Torchwood (anagramma del titolo della serie-madre) e Le avventure di Sarah Jane. Immortale sino a un massimo di dodici reincarnazioni, diverse per carattere e aspetto fisico, il personaggio del Dottore inizia la serie reboot con il volto di Christopher Eccleston, nono interprete del ruolo principale.

Dalla seconda stagione, il testimone passa a David Tennant, in scena sino alla fine della quarta; dalla recentissima quinta stagione, è infine la volta del più giovane Matt Smith, undicesima incarnazione, insolitamente impulsiva e spavalda.

Anche le compagne di viaggio e d’avventura del Dottore, tutte reclutate in maniera rocambolesca e casuale, si sono susseguite stagione dopo stagione: la bionda commessa Billie Piper (I e II), la studentessa di medicina Freema Agyeman (III), la più matura Catherine Tate (IV) e la giovane rossa Karen Gillan (V). Tra le special guest spicca la pop-star Kylie Minogue. Le puntate della serie saranno replicate ogni mattina, da lunedì a sabato alle 12:50.

Credit: RAI4 
Google+
 

Details about Torchwood from RAI4.

Titolo originale: Torchwood
Produzione: Gb/Usa
Canale: BBC/Starz
Stagioni: 4+ (2006-in corso)
Ideatore: Russell T. Davies
Cast: John Barrowman, Eve Myles, Kai Owen, Burn Gorman (stag. I-II), Naoko Mori (stag. I-II), Gareth David-Lloyd (stag. I-III), Mekhi Phifer (stag. IV), Alexa Havins (stag. IV), Bill Pullman (stag. IV)

Prodotta da BBC e, a partire dalla quarta stagione, dalla pay-tv statunitense Starz, Torchwood (2006-in corso) è il primo spin-off della “serie fantascientifica più longeva della storia della tv” – così recita il Guinness dei primati – la britannica Doctor Who. Ideata da Russell T. Davies, il principale artefice della ripartenza di Doctor Who a metà anni duemila, Torchwood ripropone lo spirito avventuroso e pop del suo fortunatissimo prototipo, virando, d’altra parte, verso un’estetica più cupa e toni decisamente più maturi. Ispirata all’immaginario fantasy/thriller di produzioni statunitensi come X-Files, la serie racconta le indagini di un segretissimo ente non governativo che studia i fenomeni d’origine extraterrestre, l’Istituto Torchwood – appunto – nome che, a ben guardare, non è altro che l’anagramma di “Doctor Who”.

Anche qui, al centro della scena, c’è un immortale uomo del futuro, il capitano Jack Harkness (John Barrowman), già apparso nelle ultime stagioni della serie-madre come alleato del “Dottore”. A differenza di quest’ultimo, eroe solitario affiancato, di stagione in stagione, da diversi compagni d’avventura, il capitano Harkness può contare inizialmente su una squadra fissa di quattro collaboratori, tutti affiliati all’Istituto: la poliziotta Gwen Cooper (Eve Myles), l’ufficiale medico Owen Harper (Burn Gorman), l’esperta informatica Toshiko Sato (Naoko Mori) e il factotum Ianto Jones (Gareth David-Lloyd). Alle prime due stagioni della serie, composte ciascuna da tredici episodi, segue la miniserie in cinque puntate Torchwood - Children of Earth (2009): Harkness e la sua squadra affrontano qui il mistero di una trasmissione aliena che precipita in una sorta di trance tutti i bambini del mondo.

Torchwood - Miracle Day (2011) è l’attesissima quarta stagione della serie, come anticipato, co-prodotta da BBC e dalla pay-tv statunitense Starz. Quasi a rispecchiare la duplice nazionalità della produzione, l’addio ai personaggi di Owen, Tosh e Ianto è compensato dall’arrivo dell’agente della CIA Rex Matheson (Mekhi Phifer). Al centro della vicenda c’è stavolta lo strano fenomeno del “Miracle Day”, un giorno in cui sulla Terra non muore nessuno, con conseguente alterazione dell’equilibrio demografico. Tra i nuovi ingressi nel cast spicca anche quello della star Bill Pullman, nei panni del condannato a morte Oswald Danes.

LinkCredit: RAI4 
Google+